Estate 2023: consigli per chi le ha viste proprio tutte

Estate 2023: consigli per chi le ha viste proprio tutte

Per gli inguaribili ottimisti ed i cronofobici che vivono sempre in anticipo, le feste natalizie e l’arrivo del nuovo anno rappresentano l’anticamera della primavera: le giornate cominciano ad allungarsi, la luce cambia d’intensità e la tropicalizzazione del clima regala giornate miti e soleggiate anche in pieno gennaio. Il peggio è ormai alle spalle, e l’assenza di altre festività a breve termine innalza i livelli della voglia d’estate e di vacanze. I viaggiatori più scafati hanno ormai compreso che muoversi con largo anticipo è fondamentale per trovare tariffe aeree più convenienti, scegliere con calma la struttura ricettiva più idonea senza correre il rischio di non trovare posto ed usufruire delle promozioni che premiano chi prenota prima. Facendo tutti gli scongiuri del caso, l’estate 2023 consentirà nuovamente di poter viaggiare in tutta tranquillità e sicurezza, senza la spada di Damocle della pandemia e di tutti gli effetti indesiderati ad essa connessa. Sono stati in molti, nelle ultime tre belle stagioni, ad approfittare delle limitazioni imposte dal Covid per riscoprire angoli nascosti del Bel Paese spesso offuscati da mete più esotiche. Ma, con tutto il rispetto per la nostra bella Italia, sempre a disposizione nei week-end più brevi, le vacanze estive sono nate per scoprire il mondo ed aggiungere nuovi segnalini sulla mappa delle nazioni visitate. Anzi, c’è chi soffre del problema opposto: non sono in pochi quelli che le hanno viste veramente tutte (a parte quei luoghi dove non si sognerebbero mai di andare in vacanza) ed incontrano difficoltà nello scegliere una destinazione inedita. Vediamo quindi insieme quali potrebbero essere, per l’estate 2023, le mete più indicate per questa tipologia di viaggiatori.

Estate 2023

Foto: Nikana.gr

Personalmente, ho messo gli occhi sulla Penisola Calcidica: dopo tante estati passate in montagna o in giro per l’Europa, preferirei una vacanza di mare. Se ritenete le isole dell’Egeo mainstream troppo affollate o ventose o se Corfù, Cefalonia, Zante e le località della costa ionica vi ricordano le prime esperienze di viaggio da liceali, quest’angolo di Grecia è quello che fa per voi. Sconosciuta al turismo italiano per via della raggiungibilità non proprio agevole, il recente volo per Salonicco programmato da Ryanair con partenze da Roma, Napoli, Bergamo, Bologna e Treviso ha consentito di giungere più facilmente nella Macedonia greca, dove, tra il capoluogo e la Turchia, la natura orografica ha generato una penisola con tre “dita” protese nel mare. Se il più orientale dei tre, Monte Athos, è accessibile solo con un permesso speciale perchè sede di un antichissimo ordine monastico ortodosso, Cassandra, il più occidentale, è indicatissimo per le famiglie con bambini per via dei lidi sabbiosi con fondali bassi ed i villaggi con animazione internazionale. La scelta migliore sta nel dito di mezzo: Sithonia. L’intera penisola è punteggiata da spiagge sia sabbiose che rocciose, con un mare così caldo e cristallino da far invidia ai Caraibi. I colori generati dalle sfumature di turchese delle acque e dal verde dei pini marittimi delle dolci colline circostanti regalano scenari degni di un quadro impressionistico. Scordatevi una vacanza mondana all’insegna della vita notturna! Qui si viene solo per peregrinare da una spiaggia all’altra captandone le differenze, rimanere lunghe ore a mollo in acque che non vi stancheranno mai e degustare pesce freschissimo in suggestive taverne tipiche, senza naturalmente dimenticare le tipiche specialità di carne della cucina greca. Vourvourou, sulla sponda che guarda verso il Monte Athos, è una delle località più indicate per scegliere la propria base (ovviamente in appartamento o villetta, visto che gli alberghi attrezzati si contano sulle dita di una mano), per via della vicinanza alle meravigliose spiagge di Karydi e Lagonissi, l’equidistanza dagli altri punti di interesse e la presenza di ristorantini e supermercati dove rifornirsi. Se non siete ancora convinti, cercate in rete un video delle spiagge di Sithonia, molto più convincente di un fiume di parole, e poi ditemi. Per comodità, ve ne allego uno qui. Ps: non diffondete troppo la voce, altrimenti la Penisola Calcidica potrebbe diventare una delle mete più gettonate dell’estate 2023 e trasformarsi nell’ennesima gabbia per polli con vista mare!

Estate 2023

Capitolo montagna: se ritenete le Dolomiti, il Trentino e le Alpi Lombarde troppo inflazionate, una buona idea per l’estate 2023 potrebbe rivelarsi un itinerario che abbracci la Valle d’Aosta e le Alpi Francesi, fino ad arrivare sul Lago di Ginevra. Nella regione più piccola d’Italia potrete godere di rigeneranti passeggiate nel Parco Nazionale del Gran Paradiso e in quello di Mont Avic, concedervi un bagno nelle acque calde delle Terme di Prè Saint Didier, praticare sci estivo sul Cervino e visitare residenze, castelli e fortificazioni sabaude. Il limite di questa terra risiede nelle strutture ricettive, spesso vecchiotte e non all’altezza dei mirabolanti hotel con spa altoatesini, ma ciò forse contribuirà a regalarvi un’esperienza turistica più autentica. Varcato il confine (gli escursionisti più allenati potranno anche salire in quota sul Monte Bianco), potrete abbracciare la natura d’alta quota dei colli resi celebri dal Tour de France o visitare interessanti cittadine adagiate sulle rive di scintillanti laghi come Annecy, Chambery ed Aix-les-Bains. Preferite una vacanza itinerante in Europa, ma ne conoscete a memoria le capitali e le città più importanti? Due sono le proposte che potrebbero fare al caso vostro: se avete a disposizione una settimana, potreste scegliere come base la città di Norimberga e visitare le cittadine più importanti della strada romantica: Bamberga ed i suoi canali, Rothenburg con le sue case a graticcio, e poi Wurzburg, Dinkelsbühl, Nordlingen, Augusta, terminando con Lindau o i castelli di Hohenschwangau e Neuschwanstein. Un’ambiziosa idea per due settimane di viaggio potrebbe rivelarsi un itinerario che parta da Bordeaux (senza dimenticare il villaggio di Saint Emilion, celebre per i suoi vini pregiati) e costeggi tutta la Costa Atlantica di Francia, Spagna e Portogallo fino ad Oporto o, se non ci siete mai stati, Lisbona. Una sorta di Cammino di Santiago contemporaneo, dove potrete fermarvi a Bayonne, San Sebastian, Bilbao (dove due notti di permanenza sono il minimo sindacale), Santander, Oviedo (con i paesini di Ribadesella e Lastres), La Coruña, Santiago de Compostela, Vigo, Braga e Coimbra. Senza naturalmente dimenticare piccole gemme della Costa Quebrada nascoste da falesie a picco sull’Oceano dove poter assaggiare la tipica gastronomia della Spagna Cantabrica ed i rarissimi percebes.

Estate 2023

Dovessi rammentare altre idee per l’estate 2023, non esiterò a comunicarvele in altri articoli. Ad ogni modo, qualunque sia la meta che sceglierete, prenotatela in autonomia evitando di regalare soldi alle agenzie di viaggi! I tempi degli sconti last minute e del canale preferenziale che garantisce prezzi più bassi sono ormai tramontati. Anzi, la maggior parte di esse, quando non vende pacchetti a catalogo, non fa altro che prenotarvi lo stesso volo low cost sul sito della compagnia aerea e lo stesso albergo su Expedia o Booking che sapreste prenotare anche anche voi da casa! Ma ovviamente, a un prezzo maggiorato, che potrebbe risultare assai gravoso per una famiglia numerosa! Al massimo, aggiungeranno un’assicurazione medico-bagaglio, ovvero un prodotto che costa pochi euro, ma che loro vi rivenderanno almeno a venti per persona! Ricordate che la professionalità da loro tanto decantata non sta nel conoscere il mondo e sapervi consigliare per il meglio in base ai vostri gusti, ma nel saper vendere anche l’invendibile. Sono venditori che devono produrre profitti, non consulenti o benefattori! Per cui, in caso di difficoltà a prenotare dei servizi da soli, fatevi magari aiutare da un amico o un familiare che ne capisce, e trasformate i soldi dei diritti d’agenzia risparmiati in aperitivi alla faccia loro!

Estate 2023

 

2 responses to “Estate 2023: consigli per chi le ha viste proprio tutte”

  1. Raffaele Marzano ha detto:

    E bravo complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *